Caso Minervini, quando è meglio tacere.

Immagine

 

Questa mattina, da una pagina facebook denominata “Attivisti M5S Lecce”, che raccoglie poco più di 300 “Mi piace”, sono state divulgate delle vignette informative sulle percentuali di assenza di membri del  Consiglio  Regionale della Puglia.
Nulla di strano, solita attività di denuncia da un gruppo di attivisti, magari un po forzata.
Tra gli altri , viene pubblicato anche l’ “identikit” dell’ assessore regionale alle politiche giovanili, alla trasparenza e alla legalità,  Guglielmo Minervini, ex sindaco di Molfetta e, citando il sito della regione, ” promotore di alcune delle iniziative più importanti e innovative del governo regionale tra cui Bollenti Spiriti, la legge sulla trasparenza, il bando per il riuso sociale dei beni confiscati alla mafia, la legge sullo sport per tutti, la riorganizzazione degli uffici regionali.
Sia chiaro, ci sono degli aspetti politici negativi in riferimento all’attività di Minervini ma, tolto il fatto che in tale contesto sarebbe inopportuno parlarne,  la vignetta di questa pagina  faceva riferimento solo alla sua percentuale di assenza, circa il 20%, ignorando un fattore fondamentale: l’ assessore sta lottando da diversi anni contro il cancro.Viene spontaneo pertanto, comprendere quali siano le motivazioni del suo assenteismo.
Quanto fatto da tali -presunti- attivisti è ingiustificabile e come gruppo ne prendiamo le dovute distanze, insieme a  gran parte del movimento, dai portavoce al Parlamento, agli attivisti sul territorio.
Anche i due meetup presenti a Lecce rivendicano la loro totale estraneità rispetto a questa vicenda, riferendo che si tratta di una pagina facebook gestita autonomamente e non riconducibile ad alcun meetup o lista certificata dal M5S.
Rivolgiamo a nome del nostro gruppo e di tutto il movimento, le nostre più sentite scuse all’ ass. Minervini, con la speranza che il suo stato di salute migliori.
Chiudiamo riportando uno slogan di Vittorio Arrigoni, attivista  per i diritti umani, uno slogan che dovrebbe essere anche il nostro, perché quello che vogliamo realizzare è una società più giusta, dove il senso di Comunità possa ritrovare spazio, dove  una comunicazione precipitosa,immotivata ed aggressiva verso i singoli non ci  può aiutare certamente a perseguire l’obiettivo:

Restiamo umani

P.S. Crediamo sia altresì importante denunciare gli innumerevoli episodi di sciacallaggio da parte di diversi esponenti politici che hanno sfruttato un dramma personale per giustificare una serie di attacchi immeritati verso tutto il movimento, senza le dovute distinzioni. Il loro comportamento, così come il doppiopesismo dilagante che da sempre li contraddistingue, è vergognoso ed indecente,al pari di quello degli autori della vignetta.

 

Annunci

Pubblicato il 08/04/2014 su Comunicati Stampa, Varie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...